Contagi: torna l’incubo in Giappone, nuovo stato di emergenza a Osaka?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
La prefettura giapponese di Osaka ha chiesto ufficialmente al governo centrali di imporre un nuovo stato di emergenza per il coronavirus – il terzo in meno di 12 mesi – per arginare i contagi in forte aumento nella metropoli del Giappone centrale. Lo riferisce la stampa giapponese, secondo cui il nuovo provvedimento potrebbe includere, per la prima volta in assoluto, misure di vera e propria chiusura di alcune attività commerciali e di intrattenimento.

Tra le attività potenzialmente coinvolte figurano ristoranti e bar, centri commerciali, parchi a tema e sale giochi sotterranee, anche se la decisione definitiva verra’ assunta dai governi centrale e prefetturale nelle prossime ore. Il governatore di Osaka, Hirofumi Yoshimura, ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa che il nuovo stato di emergenza potrebbe durare da tre settimane a un mese.

Il primo ministro giapponese, Yoshihide Suga, sta valutando la richiesta, ma non ha assunto decisioni definitive nella serata di ieri. Al momento Tokyo, Osaka e altre otto prefetture del Giappone sono sottoposte a un “semi-stato di emergenza” sulla base di leggi speciali, che comporta la chiusura serale anticipata di bar e ristoranti.

Tali misure non sono pero’ bastate a contenere i contagi, che sono in aumento da settimane e minacciano di causare uno stress eccessivo sul sistema ospedaliero del Paese. Dal 13 aprile la sola prefettura di Osaka ha registrato piu’ di mille casi di contagio giornalieri per sei giorni consecutivi, e domenica, 19 aprile, ha toccato il record di 1.220 casi.

India supera le 2.000 vittime in 24 ore

L’India ha registrato più di 2.000 morti per Covid e quasi 300.000 nuovi contagi in 24 ore, uno dei dati più drammatici al mondo nelle stime quotidiane della pandemia. Il ministero della Salute ha segnalato 295.000 nuovi casi in 24 ore, un dato simile a quelli visti negli Stati Uniti a gennaio, e 2.023 morti, portando il bilancio totale delle vittime nel Paese a 182.553. Ieri sera, in un discorso alla nazione, il primo ministro Narendra Modi ha affermato che il Paese di 1,3 miliardi di persone “sta combattendo ancora una volta una grande battaglia, ma questa seconda ondata è arrivata come una tempesta”.

Argentina, la Corte federale esclude le lezioni scolastiche in presenza

Un tribunale federale argentino ha revocato una sentenza di primo grado di una corte amministrativa di Buenos Aires che aveva autorizzato il governo della capitale a permettere la presenza degli alunni nelle scuole, nonostante l’esistenza di un decreto presidenziale che disponeva fino a fine mese solo lezioni online per contrastare la pandemia da coronavirus.

Dopo aver sottolineato che la Corte non aveva la competenza per emettere provvedimenti in questa materia, il tribunale federale ha ingiunto le autorità della capitale a rispettare il decreto del presidente Alberto Fernandez, inviando la questione alla Corte suprema che già lunedì si era detta competente a esaminare la sostanza del contrasto fra il governatore Horacio Rodríguez Larreta e il capo dello Stato. Non appena i media hanno diffuso la decisione del tribunale federale, nei quartieri di classe media e alta di Buenos Aires è partito un critico ‘cacerolazo’ di pentole e coperchi, durato una decina di minuti.

Uruguay, annunciate nuove misure a sostegno delle attività più colpite dalla pandemia

Esenzione del cento per cento del versamento dei contributi ed esenzione dal pagamento dell’anticipo sulla tassa sul fatturate delle imprese per i prossimi sei mesi. Queste le principali misure annunciate questo martedi’ dal ministro dell’Economia e delle Finanze dell’Uruguay, Azucena Arbeleche, a sostegno delle attivita’ piu’ colpite dalle misure restrittive adottate nel contesto della lotta contro la pandemia.

Si tratta di un pacchetto che eleva il tetto di spesa assegnato al Fondo anti-Covid da 540 a 900 milioni di dollari. Beneficiari del nuovo pacchetto di misure sono principalmente le imprese dei settori del turismo, della gastronomia, dei trasporti che si sono viste specialmente pregiudicate dalla chiusura totale delle frontiere disposta dal governo prima dell’avvio della stagione turistica estiva e che prosegue ad oggi a fronte della seconda ondata di contagi nella regione.

Vaccini, la Colombia autorizza l’acquisto da organismi privati

Il presidente colombiano Ivan Duque ha annunciato che il ministero della Salute ha deciso di autorizzare gli organismi privati ad acquisire vaccini contro il Covid-19. Lo scrive il settimanale Semana di Bogotà. Nel suo portale online il portale indica poi che la notizia è stata comunicata durante un intervento televisivo di Duque, i quale ha avvertito che i vaccini non potranno essere venduti e dovranno “essere gratuiti, come stabilito nel Programma nazionale di vaccinazione”. Quindi, ha ribadito, “le aziende private potranno acquistare solo vaccini che hanno l’autorizzazione dell’Istituto di vigilanza dei farmaci e degli alimenti (Invima) per uso di emergenza”.

Messico, il presidente Obrador si vaccina con AstraZeneca

Mentre i casi di covid nel Paese tornano a salire il presidente del Messico, Andres Manuel Lopez Obrador, si è vaccinato con AstraZeneca. “Non mi ha fatto male e – soprattutto – protegge tutti noi”, ha detto sollecitando tutti i messicani sopra i 60 anni a vaccinarsi. Obrador, 67 anni, a marzo aveva detto di avere ancora gli anticorpi dopo essersi infettato lo scorso gennaio ma, dopo consiglio dei medici, ha deciso comunque di sottoporsi alla vaccinazione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Oleeee vaiii dimezziamo il mondo con le FAKE news. tutti a fare festini a coca ina assitalia

  2. hai perfettamente ragione ……. in Giappone si devono fare le Olimpiadi ….quindi dopo aver speso un casino di soldi ……i giapponesi ad orologeria fanno uscire il Covid…….
    Ma dico io “a capa sulo pe’ spartere e rrecchie” si puo girare al contrario?
    Cosi risolviamo il problema dementi rannerizzati.

  3. Queste sono le notizie che fanno bene ai babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati che ormai fanno tutto con più museruole sovrapposte e PARAVENTO…… Tipo ore 14.30 con l’immancabile fissa per runner!

  4. Ue tu sei il tipo che scriveva che in Giappone non vi erano restrizioni 😂?
    Ma quando ti butti nel C….?

  5. I babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati che vivono con più museruole sovrapposte e PARAVENTO hanno la particolarità di voler mettere le parole in bocca agli altri, come il babbeo ore 12.27.
    MAI negato il vAirus, mai detto quello che ha scritto il suddetto babbeo, mai negato la mortalità (piuttosto bassa) del vAirus, solo che di tutto questo terrorismo non se ne può più.
    Solo i babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati sono felici e contenti quando leggono questi “articoli”.

  6. Mesi interi a parlare di normale influenza, di morti Covid falsi 😂😂😂, ora per evitare il reset del suo cervello scoppiato pronto al TSO fai il negazionista del suo approccio mentale al Covid!
    Ti manderei a Zappare dalle 8:00 alle 16:00, sono sicuro che avresti benefici mentali!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.