Covid, il virologo Galli: “Miei timori fondati. Con varianti più giovani in ospedale”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Sarei stato un incosciente se avessi detto che c’e’ un’aumentata letalita’ e ospedalizzazione con la variante inglese, senza evidenze scientifiche. Oggi queste evidenze ci sono e possiamo dirlo grazie ai due studi: quello dell’Eurosurveillance, la rivista scientifica del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, a cui hanno partecipato anche gli studiosi italiani dell’Istituto superiore di sanita’, ma anche lo studio di Robert Challen dell’Universita’ di Exter, pubblicato su British Medical Journal. Entrambe ci dicono che le tre varianti, in particolare la B.1.1.7, ovvero la ‘variante del Kent’, producono maggiori ricoveri nelle fasce di eta’ piu’ giovani della popolazione”. Lo dice all’agenzia Dire, Massimo Galli, direttore di malattie infettive dell’Ospedale Sacco.

“Dalla match analysis – spiega – si evince che c’e’ un rischio maggiore di 2.3, 3.3 e 2.2 rispettivamente per le varianti inglese, sudafricana e brasiliana. In sostanza e’ dalle 2 alle 3volte piu’ facile finire in ospedale con queste mutazioni del virus SarS-CoV-2 rispetto alle persone non colpite da queste varianti, ma sappiamo ormai che la variante del Kent e’ altamente prevalente in Europa e i due studi, con le loro analisi di coorti differenti, evidenziano che a finire in ospedale sono proprio le due classi di eta’ 40-59 anni e 20-39 anni – spiega Galli, che aggiunge: anche la sudafricana produce maggiori ricoveri in area medica. E’ 3,5 volte piu’ alto il rischio per i gruppi 40-59 e 60-79 tra i coetanei non VOC (ovvero non colpiti da variante considerate preoccupanti, dette appunto VOC); e anche per I ricoveri in terapia intensiva e’ significativamente maggiore tra i 40-59 anni. Cosi’ come con la sudafricana e’ tra 3 e 13% maggiore la possibilita’ di finire ricoverati per i gruppi di eta’ 20-39, 40-59, 60-79”.

 

Dati, questi, che oggi sono disponibili ma che in assenza dei quali diversi studiosi ed esponenti politici si sono esposti affermando che non c’erano ulteriori rischi ne’ pericolosita’ dalle tre nuove varianti, se non per un’elevata contagiosita’, dimostrata incontrovertibilmente dall’incidenza dei casi e in parte dall’RT.
“Questo e’ il motivo per cui vado dicendo da diversi mesi che bisogna stare molto attenti, non perche’ voglio fare la Cassandra – tuona il professor Galli, che pero’ ammette di aver evitato di gettare un allarme piu’ circostanziato fin quando i dati non sono stati cosi’ chiari. “Dallo studio di Challen, che ha messo a confronto due coorti, 50mila persone con la variante inglese ed altrettante non colpite dalla mutazione B.1.1.7: emerge un aumentato rischio di mortalita’ di 1.64, che rimane tale confrontando anche per carica virale. Questo ci induce a credere che se non siamo davvero molto attenti possiamo aspettarci nelle fasce di non vaccinati un problema molto serio – avvisa il virologo.

“Voglio rimanere ottimista giustificabile solo con la speranza che le vaccinazioni tolgano fiato al virus nel breve termine. Per il momento pero’ il virus e’ ancora in grado di togliere il fiato a noi”.
Un affresco che lascia spazio a pochi dubbi e necessita di molta speranza, tanto che Galli aggiunge: “Non ho ritenuto corretto tirar fuori questi timori ma adesso dobbiamo dirlo: gli infetti con alcune variabili hanno un decorso peggiore e anche un tasso maggiore di letalita’”, afferma Galli.
Rispetto a come comportarsi alla luce di questi nuovi dati, il primario dell’Ospedale Sacco lo dice senza giri di parole, intervenendo anche sul caso delle migliaia di tifosi accorsi in Piazza Duomo a Milano per festeggiare lo scudetto all’Inter: “Questo vuol dire che non dobbiamo andare in piazza con I bandieroni, come prima cosa, e lo dico da interista di terza generazione. L’incoscienza non ha colori – sferza – e poi bisognava fare un appello alle persone, ricordando che non sarebbe stato tollerato una grande manifestazione, non e’ questo il momento”, sferza Galli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Questo è un mitomane, vorrei sapere quando lavora (sembrerebbe che sia un influencer ormai). E meno male che ha detto che non avrebbe parlato più!

  2. già è stato pluridenunciato per diffusione di notizie false e procurato allarme, perchè affermò più volte che l’ospedale suo era al collasso, ma la SUA direzione sanitaria lo smentì immediatamente dicendo che non c’era alcuna emergnza e l’ospedale era mezzo vuoto ! .. nonostante questo continuano a farlo parlare, evdentemente serve alla truffa pandemica.
    Riguardo i giovani “positivi” la risposta è semplice: la colpa è senza dubbio dei vaccini! se confrontate i grafici combinati vaccini-morti nel mondo OVUNQUE c’è un nesso; ad un picco di vaccini corrisponde un picco di positivi e morti a distanza di qualche giorno…
    In dettaglio: con la fase iniziale questo “virus” prendeva la gente anziana nelle RSA, persone rinchiuse in carcere e PROPRIO PER QUELLO si sono contagiate e sono morte..
    Oggi invece c’è il vaccino e hanno iniziato da dicembre a farlo pure ai giovanissimi (sanitari, ff.oo., professori etc) ed ecco l’aumento di morti…
    E per giustificare questo crimine (ricordiamo: vaccino SPERIMENTALE per il qual NESSUNO vi pagherà danni) hanno inventato la storiella delle varianti che è una palese fesseria!
    Prima di tutto le varianti ad oggi sono più di 1.3MILIONI! in secondo luogo, non viene in alcun modo fatto un test per riconoscere UNA di queste 1.3MILIONI di varianti!
    Già il test pcr è inutile col 97% di FALSI POSITIVI… figuriamoci come puo riconoscere una “variante” tra 1.3 milioni …. RIDICOLI.
    Informatevi. Posso fornire documenti su ogni cosa affermata.

  3. Il l vairus è clinicamente morto!
    Mitomane rinnegato del 2020, tu rimani sempre il solito idiota, non c’è speranza 😵

  4. Per il demente, i test prc sono inutili e poi vuole conteggiare i tamponi antigenici per il calcolo del RT?
    Poi idiota perché in Inghilterra nonostante la percentuale dei vaccinati sia alta i decessi sono crollati?
    Onestamente vorrei vedere chi sei …..sono troppo curioso di vedere i caratteri somatici di un cervello così distorto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.