La Variante Delta indiana arriva a Bolzano: riaperta la terapia intensiva

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
E’ durata davvero poco la chiusura della rianimazione per i pazienti Covid19 all’ospedale di Bolzano. Nelle scorse ore, purtroppo, un uomo di 48 anni è stato ricoverato a casa di una polmonite bilaterale provocata dalla variante indiana. Si tratta di un soggetto non sottoposto alla vaccinazione.

Nei giorni scorsi, sempre in Alto Adige a Luson, era stata data la notizia di un focolaio scoppiato tra i dipendenti di un grosso hotel e che aveva fatto registrare 33 positivi. Anche tra questi erano stati rilevati dei casi ci contagio con variante “delta” detta anche “indiana”.

La situazione epidemiologica viene tenuta costantemente sotto controllo da parte delle Azienda sanitaria che proprio in queste ore ha diffuso i dati sulle ultime 24 ore. In totale sono stati registrati 31 positivi: 867 tamponi molecolari hanno registrato 29 nuovi casi e questi vanno a sommarsi i 2 test antigenici positivi su 3.767. Il rapporto contagi tamponi è quindi di 0,67%.

Non ci sono decessi e rimangono ancora in 790 in isolamento domiciliare. La campagna vaccinale prosegue a pieno ritmo con circa 133.000 persone (dato fornito nella serata di ieri) che hanno già completato l’intero ciclo di vaccinazioni.

 

Secondo le ultime informazioni fornite dall’Azienda sanitaria i tassi di copertura vaccinale più alti si registrano tra le coorti più anziane. Se a coloro che si sono fatti vaccinare si aggiungono quelli che sono risultati positivi negli ultimi 3 mesi e quelli che hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione, la percentuale di persone che in questo momento risultano protette da una possibile infezione Covid è pari all’82,6 tra gli ultraottantenni, all’81,1 tra gli ultra settantenni, al 75,6 tra gli ultra sessantenni, al 66,1 tra gli ultra cinquantenni ed infine al 58,7 percento tra gli ultra quarantenni.

 

Al contrario, nelle fasce d’età più giovani, vale a dire quelle degli under 40, che comprendono 237.026 persone, solo il 35 % è stato vaccinato con una prima dose, ha già prenotato l’appuntamento o è risultato positivo. Le coorti più giovani sono pertanto invitate ad approfittare dell’offerta vaccinale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Queste sono le “notizie” che fanno bene al cuore dei babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati che amano il vAirus e il Waccino, come ore 10.27.
    Credo che sia giunto il momento di riprendere la propria vita e non seguire più le “stravaganti” e terroristiche previsioni di medici-tuttologi-virologi, politica di depravati mentali e abusivi, protettore degli appestati, ecc, perché se nessuno se ne è accorto, dopo più di un anno di ridicole restrizioni, inutili coprifuoco, museruole,chiusure varie, lavoro a distanza, Waccino imposto(molto utile in verità), ecc ecc, non mi pare che sia cambiato qualcosa o che in prospettiva cambierà qualcosa……e credo che è troppo “redditizio” per molti questo stato di “emergenza”.
    Invito a guardare nel resto del mondo che succede, non solo a fare la “conta” delle vittime covid.
    P S
    A proposito, ma non si muore più di alcun altro male che non sia covid?
    Babbeoti, all’attacco

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.