Tassa sui telefonini Decreto Franceschini: mazzata per gli smartphone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa

IphoneTassa sul telefonino, va in scena l’atto finale. In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sono trapelate dal sito dday.it le tabelle con gli aumenti «dell’equo compenso per copia privata», previsti dal Ministro Dario Franceschini. In alcuni casi si tratta di incrementi superiori al 500%.
Ad esempio, per smartphone e tablet si parte da 3 euro per memoria da 8 GB fino a 5,20 euro per memorie da oltre 32 GB (prima era 0,90 euro per smartphone e nulla per i tablet).

Sulle Tv con possibilità di registrazione, prima zero euro, adesso 4 euro. Anche gli hard-disk sono in elenco con 20 euro per i modelli da 2 TB. Una cifra che graverà in modo significativo sul costo finale che oggi si aggira tra 60-70 euro. Le chiavette Usb arrivano fino a 9 euro (secondo la memoria). Invece il compenso per i computer è di 5,20 euro. Scende infine da 0,90 euro a 0,50 euro il quanto dovuto per i «vecchi telefonini a tasti» senza memoria. 

I produttori e le associazioni dei consumatori sono sul piede di guerra e hanno già fatto sapere che faranno ricorso al Decreto. Del resto anche nelle stessa Germania, dove le cifre per gli smartphone sono superiori (fino a 36 euro), per ora i produttori non pagano. Dal momento della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, e senza ultimi ripensamenti del Ministro Franceschini, il decreto sarà attuativo con gli aumenti tra 10 giorni.

Fonte Corriere della Sera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Non sanno più dove andare a prenderli e s’inventano questi strani balzelli lesivi della libera concorrenza, che saranno sicuramente condannati e bocciati dalla comunità europea………………ahi poveri noi in che mani che siamo!

  2. Stavolta Franceschini, la prosssima volta sarà un altro, facendo finta di litigare tra deputati PD. Aggiungo che Gino Paoli vecchio cantante che ha avuto tanto dalla SIAE (ogni anno prende milioni di euro ed è sostenitore PD) ha “lavorato” per questa legge e potrebbe anche appendere le scarpe al muro e lasciare spazio ad altri,e invece fino alla tomba a succhiarci fino all’ultimo centesimo con la scusa di cantare… Mandiamoli a casa, il PD non và più votato, non fatevi fregare più, basta.

  3. ranceschini? l’ennesimo incompetente, ormai l’italia è alla rutta questi sono quelli che vogliono attrarre investimenti in Italia? Mi faccio una bella risata

  4. Tassa SACROSANTA! lo smartphone NON mi pare un oggetto indispensabile pere vivere quindi è giusto che chi vuole un oggetto di lusso paghi una piccola imposta.
    se non volete pagarla (io ce l’ho e pagherò) non compratelo.
    esistono tantissimi telefonini “normali”

  5. Non è né una tassa né un’imposta ma un somma che i costruttori pagano per ogni apparecchio e che poi, eventualmente, potranno rifarsi sull’acquirente finale. Quindi non si paga niente all’anno. Detto questo anche questo governo ha fatto poco anzi niente fino ad ora. Solo altre tasse ed imposte che faranno di un sol boccone degli 80,00 euro concessi ai dipendenti. E da settembre inizierà, economicamente parlando, un autunno molto caldo ………………………

  6. Per il pezzente qua sopra delle 20:06: se lei ritiene che uno smartphone sia un oggetto “di lusso”, è solo un problema suo che è ignorante e probabilmente più di facebook non riesce ad usare. E’ senz’altro giusto che quelli come lei vengano usati come pecore da tosare, ma non si capisce perchè noi persone normali dobbiamo pagare una tassa alla siae per usare apparecchiature del tutto slegate dall’uso che ne fanno i cafoni.

    Naturalmente le persone più civilizzate acquisteranno le suddette apparecchiature sul web da paesi UE (consiglio il Lussemburgo, ma va bene anche San Marino) in modo da pagare anche meno IVA ed aggirare questa ennesima tassa ridicola, nel frattempo che sarà bocciata dalla UE. Ma scommetto che molti commentatori considerano la UE il loro problema principale.

  7. D’accordo con la tassa smartphone e/o tablet.

    In quell’oggetto ci sono 3 Euro di materiale + 2 Euro di manodopera cinese + 5 Euro di tecnologia. Viene venduto alle galline per 500 Eur e oltre, ma senza i polli i galli non cantano e non si arricchiscono.
    Altro che pezzente. pezzente di cervello sarai tu.
    A cosa serve uno smartphone?
    E’ grande per essere telefono, piccolo per navigare, scomodo da scrivere, si piega in due in un attimo e sei controllato a distanza, meglio un telefonino di 19Eur + un computer serio, seguimi, te lo consiglia un professionista dell’elettronica.
    Alla prossima

  8. Sei disinformato fino al midollo. La tassa è sui media con dispositivi di memorizzazione, in pratica il cellulare è solo uno di questi media. Il computer che tu citi sarebbe comunque soggetto alla tassa, perchè secondo lFranceschini e Gino Paoli se il dispositivo può memorizzare dati alllora piraterai sicuramente musica, film, software ecc… Aggiungiamo che la SIAE è una vera e propria associazione a delinquere per come è gestita, e capirai perchè è cosi duro tirar fuori dalle tasche i soldi per una tassa assolutamente ingiusta.

  9. Non litigate, vi vedo abbastanza omosessuali. Incontratevi, un bel trenino non può che farvi bene. Magari facendovi un bel selfie.

  10. Sul “computer serio” che io uso per lavorare la mazzata sarebbe dai 20 euro a salire, perchè secondo il tuo degno ministro io il computer lo uso per sentirmi a gino paoli.

    Facciamo una cosa molto semplice, visto che non sai nemmeno cosa si potrà fare tra un anno o due con uno smartphone (mi sa che sei uno di quei professionisti che vendono le chiavette usb di hello kitty e poco più), e visto che a te la tassa ti piace, te la paghi tutta tu, io le cose me le compro su amazon.de che mi fa anche lo sconto su quasi tutto, e i “professionisti dell’elettronica” come te finiscono tutti in mezzo alla strada da qui ad un paio d’anni, così magari lasciano il posto a qualcuno che sa di cosa sta parlando.

    Poi mi raccomando, quando tra un paio d’anni sarai senza lavoro dai la colpa all’unione europea, non sia mai.

  11. Non è possibile!!!! In ogni governo che si rispetti c’e lo “scemo” di turno che sconquassa tutto………. eppure c’è l’esperienza fatta con i governi passati…
    Siamo alle solite prima si incentiva per essere al passo con i tempi, Comunicazione, chiavette usb, pc, larga banda, wi-fi e quant’altro poi si limita tutto perchè è nel dna dei nostri politici continuare a farci ridere addosso.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.