I granata punta a Cissè, operazione scollegata dall’affare Coda

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Le attenzioni del mercato della Salernitana si concentrano sull’attacco. Il reparto avanzato dei granata ha bisogno di interventi sostanziali. Il nome nuovo accostato alla Salernitana è quello di Karamoko Cissè.

Chiuso da Coda, Ceravolo e dal probabile ingaggio di Dionisi, il guineano è stato messo in lista di sbarco dal Benevento, che non gli prolungherà il contratto (scadenza 2018). L’affare, staccato dunque dalla trattativa Coda, potrebbe entrare nel vivo abbastanza rapidamente col suo agente, Claudio Parlato. Cissè, tra l’altro, può giocare sia al centro dell’attacco che sulla fascia nel 4-3-3 di Bollini, al quale piacciono i giocatori in grado di interpretare più ruoli. Ex di Atalanta, Verona, Albinoleffe e Casertana, Cissè ha contribuito alla doppia promozione del Benevento dalla Lega Pro alla Serie A con 12 gol.

Altro elemento accostato ai granata nelle ultime ore è Riccardo Bocalon. Assistito dallo stesso agente di Perico, D’Amico, l’attaccante veneto nell’ultima stagione ha segnato 20 reti all’Alessandria, che si è fermata ad un passo dalla promozione in B. Anche qui, non siamo in presenza di un centravanti “puro”, ma di un attaccante al quale piace attaccare gli spazi e che ha un gran fiuto del gol. Sulle sue tracce ci sarebbe anche il Venezia (la squadra della sua città, dove Bocalon ha già giocato per due anni). Le alternative per sostituire Coda non mancano (da Granoche a Galabinov, passando per Cacia e Corvia), ma il mercato delle punte (si sa) entrerà nel vivo più avanti e la Salernitana in questo momento non può permettersi il lusso di aspettare. Bisogna colmare questa lacuna, anche abbastanza urgentemente.

Per l’attacco restano vivi gli interessi per Palombi e Rossi (della Lazio), per il pisano Varela e poi per Bifulco (cartellino di proprietà del Napoli, lo scorso anno in prestito al Carpi) e Panico (del Genoa, lo scorso anno al Cesena). A proposito di Cesena, la Salernitana ha chiesto informazioni sul difensore Perticone (compagno di Bernardini ai tempi del Livorno). Allo Spezia, (che è invece interessato a Tuia) sono state chieste informazioni sui centrocampisti Acampora e Signorelli.

Come regista, continuano a circolare i nomi dei soliti Giorico e Romizi, che la scorsa estate furono inseguiti invano (mentre l’ormai ex granata Ronaldo sarebbe vicinissimo al Novara). Per quanto riguarda il portiere, Vigorito (del Vicenza) resta in pole position, ma occhio anche a Pinsoglio e Ujkani. Guerrieri (rientrato alla Lazio, dopo un’esperienza non esaltante a Trapani) potrebbe essere il dodicesimo. Dai capitolini potrebbero arrivare Germoni (piace al Brescia) e potrebbe tornare Minala.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.