Calcio, l’Italia non va oltre lo 0-0 con la Svezia e va fuori dai Mondiali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
L’apocalisse è servita. L’Italia fallisce la qualificazione al Mondiale di calcio del 2018. Nella gara di ritorno dello spareggio contro la Svezia, a San Siro, gli azzurri non vanno oltre lo 0-0, finendo per arrendersi al gol segnato da Johansson nella partita d’andata. Non basta all’Italia la spinta del Meazza. A Milano fa freddo ma il clima è caldissimo fin dall’inizio. I giocatori azzurri applaudono l’inno svedese, fischiato da tutto lo stadio, e poi si caricano con la spinta di un Fratelli d’Italia cantato degli oltre 72 mila spettatori.

L’avvio è subito all’arrembaggio. Darmian e Candreva giocano molto alti nel 3-5-2 confermato da Ventura, Florenzi interno di centrocampo ci prova subito con un tiro al volo che finisce sul fondo, mentre Parolo all’8′ meriterebbe un calcio di rigore per l’intervento falloso di Augustinsson. L’arbitro spagnolo Antonio Mateu Lahoz lascia correre, come farà per due dubbi interventi di mano di Darmian e Barzagli nell’area azzurra. Peraltro le uniche incursioni offensive della Svezia nel primo tempo, con l’eccezione di un destro di Claesson al 23′ che non può spaventare Buffon. Il resto del primo tempo è tutto dell’Italia. Da regista Jorginho, preferito a De Rossi, gioca bene e fa girare la squadra, anche se sbaglia qualche pallone di troppo. Candreva e Darmian mettono in difficoltà i terzini avversari, ma in mezzo all’area manca l’acuto sui tanti cross che arrivano dal fondo.

Al resto ci pensa Olsen, bravo a ipnotizzare Immobile al 40′ e respingere il tiro di Florenzi da ottima posizione al 45′: le due occasioni migliori nel primo tempo per l’Italia, che domina il possesso palla (oltre il 75 per cento) e ci prova con pericolosità anche con Candreva, Parolo e Bonucci. La ripresa comincia con gli stessi uomini e un secondo rigore negato agli azzurri, stavolta per un calcio rifilato da Lustig a Darmian: Lahoz fischia un fallo di mano inesistente al terzino del Manchester United. L’Italia non si scoraggia, anzi ricomincia ad attaccare a testa bassa.

Al 55′ Florenzi sfiora il palo con un tiro al volo su cross di Darmian, tre minuti dopo Chiellini non riesce a dare forza al destro dopo l’interessante spunto di Immobile. Ventura ricorre alla panchina, mandando in campo Belotti ed El Shaarawy al posto di Gabbiadini e Darmian. Si gioca in una sola metà campo, ma gli attacchi degli azzurri diventano via via più confusionari: Lustig rischia un autogol di testa, Immobile non riesce a inquadrare la porta sul cross di

 Candreva, lo stesso laterale nerazzurro non spaventa Olsen da fuori area al minuto 74 e subito dopo lascia il campo, sostituito da Bernardeschi. La Svezia si difende nella propria area e resiste anche all’arrembaggio finale. Un tiro di El Shaarawy respinto da Olsen, un colpo di testa di Parolo impreciso. Poi l’ultimo corner, al 95′, con Buffon all’assalto disperato. Ma non basta. L’Italia è fuori dai Mondiali, per la prima volta dal 1958.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Ahahahahah italiani. Prrrrrr vai Argentina conquista questo mondiale alla faccia degli italiani…godo a vedere Buffon piangere NOI NON SIAMO ITALIANI

  2. Il fallimento era già previsto……… si deve ripartire da zero… non è questa L’Italia che vogliamo se queste erano le carte in tavola meglio esserci fermati prima ancora di iniziare . La lega deve farsi un esame di coscienza……..

  3. non aver segnato neanche un gol in due partite contro un avversario simile è l’evidente stato in cui versa il calcio italiano attualmente.

  4. TROPPI STRANIERI NEL NOSTRO CALCIO! TORNIAMO ALLA PERCENTUALE DEGLI ANNI SESSANTA! EVITIAMO VERGOGNOSE ELIMINAZIONI COME QUESTA, CREANDO I NOSTRI CALCIATORI COME FACEVAMO PRIMA……BD

  5. Questa é l’Italia dei De Luca e dei giornalai come Esposito che gli danno spazio. Ci vorrebbe l’ergastolo

  6. e’ lo specchio attuale de lnostro paese!! le lacrime di buffon lo hanno ribadito……non solo perche per lui era l’ultimo mondiale ma anche perche un eventuale qualificazione poteva essere una sorta di riscatto sociale almeno nel calcio del nostro paese, oramai deriso da tutti!!!

  7. Sono totalmente d’accordo con BD è impossibile andare avanti così, i nostri vivai sono pieni di stranieri, a tal punto che anche nelle serie superiori arrivano pochissimi ragazzi Italiani. La cosa va regolamentata per legge.Non è normale che qualche anno fa quando c’era Conte allenatore della Nazionale,in un Inter – Udinese andò al Meazza per visionare le squadre in previsione di una convocazione, in campo c’ erano 2 (due) Italiani. È normale per un allenatore una cosa del genere per mettere su una buona squadra?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.