Reddito di cittadinanza: l’Inps si scusa per il “caso social”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Facciamo parlare i numeri: la media dell’assegno per il reddito di cittadinanza è di 520 euro. Lo afferma il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, secondo cui “il 65% delle 473mila pratiche fino a oggi accettate del reddito di cittadinanza ha un importo tra i 400 e 1.200 euro”.

“Tutto è stato calcolato in modo equo – sottolinea Tridico – spiace che si soffermi sui casi di singoli che, avendo già un reddito, percepiscono importi tra i 40 e 150 euro. Questi casi rappresentano il 17% della platea“.

Non sono mancate negli scorsi giorni polemiche dopo che è venuto alla luce il fatto che molti cittadini hanno manifestato delusione, soprattutto sulla pagina Facebook dell’Inps, per l’importo lontano dai 780 euro.  L’Inps ieri si è scusata “per alcuni toni utilizzati per la gestione della pagina facebook ‘Inps per la famiglia’, che non rispecchiano i valori e la missione dell’istituto”: lo ha sottolineata Tridico dopo le polemiche per alcune risposte infastidite date dai social media manager dell’Inps ad alcuni utenti che chiedevano informazioni e chiarimenti.

Reddito di cittadinanza, respinto il 27 per cento delle domande

Tridico ha fornito anche altre informazioni. L’Inps ha “già elaborato l’85% delle istanze” per il reddito di cittadinanza e “ne sono state accolte il 72%” dice il presidente Inps, sottolineando che il 27% delle richieste è stato respinto, mentre “l’1% è in evidenza perchè è necessaria un’ulteriore attività istruttoria”. Delle domande residue, “circa 44mila saranno definite entro questa settimana. Le ulteriori 80mila sono domande presentate insieme al modello Rdc/Com per comunicare la variazione di redditi da attività lavorativa rispetto all’Isee, che saranno lavorate entro la fine di aprile”.

“Stimando – aggiunge Tridico – che anche per le istanze in evidenza si confermi una percentuale di accoglimento analoga a quella delle pratiche già definite e che la percentuale di accoglimento delle pratiche presentate insieme al modello Rdc/Com sia più alta, ritengo ragionevole una stima complessiva delle istanze accolte intorno al 75%”.

“Ho letto – aggiunge il presidente dell’Inps – di una cittadina che afferma che sarebbe stata ammessa al reddito di cittadinanza per ricevere un sussidio di importo inferiore a quello che riceveva per il Rei. Stiamo eseguendo tutte le necessarie verifiche, ma l’ipotesi in questione è veramente remota, essendo il reddito di cittadinanza una misura più generosa del Rei. In ogni caso è evidente che, ove mai un caso del genere dovesse verificarsi, al cittadino che non aveva terminato la fruizione del Rei sarà assicurato il trattamento più favorevole”.

Requisiti reddito di cittadinanza: residenza e soggiorno

A quali nuclei familiari spetta il reddito di cittadinanza? Il richiedente deve essere cittadino maggiorenne in una delle seguenti condizioni:

  • italiano o dell’Unione Europea;
  • cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso;
  • cittadino di Paesi terzi familiare di cittadino italiano o comunitario – come individuato dall’articolo 2, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30 – titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • titolare di protezione internazionale.

E’ inoltre necessario essere residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.