Scuola, come si tornerà in classe: bimbi senza mascherina solo alle materne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Il Comitato scientifico sta valutando le nuove regole per il rientro a scuola da settembre. Sul tavolo del Ministero dell’istruzione diverse opzioni. A cominciare dagli ingressi scaglionati per evitare assembramenti, poi le mascherine obbligatorie, tranne che per i bimbi delle materne e nelle interrogazioni alla lavagna, obbligo di un metro di distanza tra un banco e l’altro, mentre in mensa varranno le stesse regole di sicurezza dei ristoranti. Rimane il nodo degli spostamenti tra casa e scuola.

Le regole – Così, mentre studenti e genitori scendono in piazza da nord a sud per chiedere che a settembre si torni alle lezioni in presenza, il comitato di esperti a cui si sta affidando il MIUR per fare in modo che la ripresa possa avvenire nella massima sicurezza ha già disposto le regole che dal 25 maggio saranno sul tavolo. L’intenzione, per dare certezze a genitori e alunni, è quella di arrivare a una decisione definitiva già il giorno successivo.

 

La sicurezza – La prima parola d’ordine resta la distanza. Tanto per la primaria quanto per la secondaria – il rispetto delle distanze di almeno due metri tra i banchi. L’argomento più dibattuto è stato quello delle mascherine e alla fine il comitato scientifico ha deciso di renderle obbligatorie tanto per gli insegnanti quanto per gli studenti. Gli unici a non avere quest’obbligo – ripetiamo – sarebbero i bambini delle scuole dell’infanzia. Inoltre, sarà possibile abbassare la mascherina durante le interrogazioni, ma in quel caso la distanza tra studenti e insegnanti dovrà essere di almeno due metri.

No ai guanti – Non sarà invece necessario indossare i guanti ma dovrà essere un’igienizzazione costante. Gli ingressi a scuola, infine, dovranno essere scaglionati ogni mezz’ora e dovranno essere a piccoli gruppi.

 

Lezioni a distanza? – Forse anche per questo, al momento non ci sono indicazioni precise sul mantenimento delle lezioni a distanza, ma si teme che non spariranno. Il sottosegretario al Miur Anna Ascani poi non esclude la realizzazione del progetto spiegato dal Ministro Azzolina qualche settimana fa, ovvero metà di studenti in classe e l’altra metà che seguirebbero la lezione da remoto. Questo, però, potrebbe realizzarsi per i soli studenti delle superiori.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. come dicevo nell’altro commento, la finite con questa pagliacciata delle museruole?? leggetevi il rapporto del Ministero della Salute del 22 maggio dove è scritto chiaramente che sulle mascherine il virus resta per 7 giorni mentre sui soldi solo 2! pensate a quelli che continuano ad usarle a caxxo di cane, metti togli tocca sposta inzuppa di sudore fai starnuti! Oggi abbiamo una prova ulteriore, ufficiale, che le mascherine sono pericolose e dannose!
    La mascherina è 3-4 volte piu pericolosa dello “sporco denaro” che vorrebbero eliminare, parola di Ministero della Salute.
    Prima di sparare le solite caxate su di me, leggetevi la circolare 0017644-22/05/2020-DGPRE-MDS-P
    ala sito www. trovanorme. salute. gov. it/ norme/ renderNormsanPdf? anno=2020& codLeg=74133& parte=1 & serie=null .. senza spazi. Spero che passi il link, è ufficiale del ministero

  2. Sig. Gino (che non credo essere lo stesso gino cacchio), purtroppo il popolo italiano, anzi itaGliota, è un popolo lobomotizzato, crede ed esegue solo le direttive della tv, senza porsi nessun dubbio!
    Se mai barbara d’urso(o il NON eletto) sentenzia che per sconfiggere questa “PANDEMIA MONDIALE”(italiana) bisogna buttarsi di sotto, possiamo scommettere che i beoti con cervello spento eseguirebbero l’ordine senza problemi, senza pensarci su nemmeno un secondo.
    Ma poi, le altre malattie? Svanite grazie a Covid?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.