Stalking in condominio: basta creare ansia al vicino. Sentenza rivoluzionaria

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Non c’è bisogno di arrivare a perseguitare il vicino di casa per commettere reato di stalking in condominio: basta creargli ansia con condotte moleste e reiterate nel tempo che lo inducano a cambiare le proprie abitudini di vita o a temere per la propria incolumità, come ad esempio, parcheggiare sistematicamente la macchina in modo da impedirgli l’uscita. Lo ha stabilito il Tribunale di Campobasso con una recente sentenza [1].

Il giudice molisano si è occupato del caso di un uomo che, per circa un anno e mezzo e a causa di una disputa su un’area confinante con la sua proprietà, aveva provocato nei confronti dei condòmini un forte stato di ansia e di paura con condotte minacciose e fastidiose come l’appostamento notturno dietro il cancello o il parcheggiare la macchina in modo che il vicino non potesse uscire e rimanesse intrappolato dentro.

Quello che il tribunale ha stabilito, seguendo la più recente giurisprudenza, è che il reato di stalking «non è più confinato a fenomeni di degenerazione dei rapporti affettivi» ma si estende «fino a ricomprendere anche quelle condizioni di prossimità di vita tipiche dei rapporti di vicinato».

Significa che gli atti persecutori diventano delitto ogni qualvolta le condotte reiterate di molestia e minaccia possano determinare uno stato di ansia o paura, ovvero timore per l’incolumità e cambiamento delle abitudini di vita.

La pena prevista in questo caso dal Codice penale è la reclusione da 1 anno fino a 6 anni e 6 mesi.

Fonte Laleggeepertutti.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.