Sperona l’auto della ex la insegue e l’accoltella

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Solo poche ore prima su Facebook aveva urlato la sua voglia di vendetta: «Donne di m… vi ricordo solo una cosa… toglietemi mio figlio e vi sfracello, non toccate il mio sangue». Poi ha aspettato la sua ex moglie davanti al posto di lavoro, ha speronato la sua auto e quando lei ha tentato di fuggire a piedi nascondendosi a casa di una famiglia, ha rotto una finestra e l’ha accoltellata.

L’ha colpita più volte alla gola e all’addome, riducendola in fin di vita. Ricoverata in prognosi riservata, la donna che ha 40 anni ora sta lottando tra la vita e la morte, mentre il suo ex marito è stato arrestato dai carabinieri.

Una tragedia scoppiata ieri in tarda mattinata per le strade di Borgo Vercelli, paese in provincia di Torino.

I due si erano lasciati da pochi mesi. Era stata lei ad andarsene e sembra che la causa fosse proprio quella violenza continua da parte del marito.

Un’escalation di violenza che l’uomo ha trasmesso sui social, il giorno prima del tentato omicidio inondati di frasi agghiaccianti. «Ridi… ridi… al momento più bello che piangi», così scriveva lunedì pomeriggio. E ancora. «Faccio scatenare un inferno… quindi state zitti che è meglio, camminare a passi lunghi e ben distesi….». Ieri mattina il tragico epilogo. Sono da poco passate le 14 quando la donna lascia il suo posto di lavoro per tornare a casa. Deve fare solo pochi metri per raggiungere la sua auto, ma si trova davanti il suo ex completamente fuori di testa che le sbarra la strada.

Capisce che non riesce a calmarlo e decide di fuggire. Monta in macchina, ma riesce solo ad uscire dal parcheggio, perché lui la sperona. La macchina a quel punto si spegne e lei si rende conto di essere in trappola. Quando scende dall’auto, vede che l’ex marito stringe un coltello a serramanico. Capisce che questa volta non è solo una minaccia: vuole ucciderla.

Terrorizzata la donna si nasconde a casa di alcuni abitanti di Borgo Vercelli. Ma come un film dell’orrore, il suo ex marito la trova e dopo aver mandato in frantumi il vetro di una finestra, entra in casa. Impossibile fermarlo. L’uomo si avventa come una furia contro la madre dei suoi figli e l’accoltella più volte.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. da senatrice della republica sono indignata nell’ascoltare un opinione così maschilista del signor formisano, ma lei chi si crede di essere nell’esporre e nel mettere in cattivo luce il ruolo e il valore di tutte noi donne, spero che le donne di tutta salerno isolino questo personaggetto di nome giovanni, non merita la nostra considerazione, per finire chiudo con il mio slogan ormai famoso, se qualcuno non mi ha capita le ricordo il mio motto non siete voi che siete ignoranti, ma sono io che sono più intellingente di voi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.