Coronavirus: rinviata la gara di Coppa Italia Juve-Milan

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Dietrofront! Juventus Milan non si gioca. Partita rinviata. Nel pomeriggio il Governo aveva preso in esame la possibilità di fare giocare la semifinale di ritorno di Coppa Italia a Torino a porte chiuse. Poi la decisione definitiva: non si gioca. Comunicazione trasmessa ufficialmente alla Regione Piemonte attraverso la prefettura. Una scelta presa dalle istituzioni a Roma dopo una valutazione del quadro generale dell’emergenza coronavirus emerso nelle ultime ore, in contatto con gli enti locali e ascoltati i pareri delle autorità scientifiche. La presidenza del consiglio ha così modificato in toto le indicazioni contenute nel decreto di domenica, che in base all’articolo 3 lasciava alla Regione Piemonte (così come alle altre non coinvolte nella proroga delle misure di emergenza) la facoltà di riprendere le attività scolastiche, ricreative e sportive. L’ordinanza regionale successiva aveva dato il via libera alla riapertura di cinema, teatri, musei e alla disputa a porte aperte di Juventus- Milan, seppure con le limitazioni governative, a proposito dei residenti nelle tre regioni in cui sono in atto misure urgenti di  contenimento del contagio.

 

Come dichiarato domenica sera dal presidente della regione Piemonte Alberto Cirio: “Juventus Milan si giocherà a porte aperte con delle limitazioni, come per tutte le partite che si disputeranno in Italia. Il Presidente del consiglio dei ministri ha stabilito che, per evitare gli spostamenti su eventi straordinari di persone che provengono da queste tre regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, ndr), il decreto contenga la disposizione che vieta possano seguire la propria squadra al di fuori delle loro regioni. Casi come quello dei tifosi dell’Atalanta in trasferta a Lecce non si verificheranno più fino a che le misure di contenimento saranno valide”

 

Il decreto del Governo di domenica annullava la sospensione della frequenza delle scuole per il Piemonte, lasciando però alla Regione la facoltà di decidere. E lunedì sera con un’altra ordinanza la Regione ha prorogato la chiusura delle scuole fino all’8 marzo. Restano invece aperti cinema, teatri e musei.  La decisione di non fare disputare la partita arriva invece dal governo ed è stata recepita dalla Regione. Dopo 48 ore cambia così di nuovo tutto: Juventus Milan non si gioca. Rinviata a data da destinarsi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.