In spiaggia con mascherine e distanze in acqua: a mare in epoca Covid

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Il documento evidenzia come i rischi principali siano da identificare negli affollamenti e nei contatti frequenti che si verificano ogni anno nelle aree balneari. Scarsa, invece, la possibilità che le acque vengano contaminate “da reflui o da escreti infetti presenti a monte dell’area di balneazione o diffusi da imbarcazioni”. Per questo, le indicazioni dell’Iss mirano principalmente ad evitare gli affollamenti di persone. In ogni caso, “è possibile prevedere la sospensione, a carattere cautelativo, della balneazione qualora i dati storici di monitoraggio segnalino l’area come interessata, direttamente o indirettamente, dalla presenza di reflui non depurati, scarichi illeciti e/o contaminazione da fosse settiche, che possono influenzare la qualità delle acque nell’area di balneazione”.

La gestione degli stabilimenti
Per accedere allo stabilimento, l’Iss consiglia di far prenotare l’accesso, per fasce orarie, “in modo da prevenire assembramenti”. Gli utenti, inoltre, dovranno essere registrati, mantenendo l’elenco per almeno 14 giorni (come avviene già per bar e ristoranti). Negli stabilimenti balneati, inoltre, dovranno essere esposti cartelloni con le regole comportamentali da seguire, comprensibili anche agli stranieri, e le spiagge dovranno essere dotate di percorsi dedicati, per regolare gli spostamenti. Prima di accedere alla spiaggia, ai bagnanti e al personale potrà essere controllata la temperatura corporea, “con interdizione di accesso se questa risulta superiore ai 37,5°C”. È vietata, si legge nel testo, “qualsiasi forma di aggregazione che possa creare assembramenti, quali, tra l’altro, attività di ballo, feste, eventi sociali, degustazioni a buffet, ecc.; sono vietati altresì gli eventi musicali con la sola eccezione di quelli esclusivamente di ‘ascolto’ con postazioni sedute che garantiscano il distanziamento interpersonale”. Ombrelloni e lettini dovranno avere una distanza di almeno un metro tra persone “non appartenenti allo stesso nucleo familiare o a questo assimilabile”.

Le regole dell’Iss prevedono anche la pulizia giornaliera di arredi, cabine, aree comuni, e la disinfezione di sdraio, lettini, sedie e attrezzature per galleggianti, oltre ai servizi igienici. I gestori devono anche fare in modo di “limitare la promiscuità nell’uso di qualsiasi attrezzatura da spiaggia, possibilmente procedendo all’identificazione univoca di ogni attrezzatura per evitare ogni possibile scambio accidentale”.

Le regole per i bagnanti
In caso di obbligo di quarantena, di sintomi influenzali o di temperatura corporea superiore ai 37,5°C, la persona non può accedere all’area turistica. In spiaggia, la distanza deve essere di almeno un metro, “nel corso di ogni permanenza e attività su arenili e scogliere, e in acqua, nel corso della balneazione, e dell’utilizzo di docce e servizi igienici, ad esclusione di persone dello stesso nucleo familiare o a questo assimilabile”. Significa che, anche mentre si è in acqua a fare il bagno, bisogna rimanere distanti dagli altri bagnanti.

Raccomandata anche in spiaggia l’igiene e l’uso dei dispositivi di protezione. L’Iss, infatti, consiglia “misure di igiene personale, pulizia e disinfezione frequenti delle mani dei bambini” e “igiene respiratoria”, che prevede di usare fazzoletti di carta o la piega del gomito durante un colpo di tosse o uno starnuto. Necessario anche l’uso delle mascherine, “quando le misure di distanziamento siano di difficile mantenimento”.

L’Iss, infine, sottolinea come la possibilità di contenere la diffusione del Covid-19 sia “fondamentalmente legata ai comportamenti individuali”, in particolare al distanziamento fisico. Per questo è necessario che ogni individuo agisca responsabilmente e rispetti le regole per un’estate al mare sicura.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. ridicolo, col sole, raggi uv, sale, caldo, sabbia bollente, vento costante da mare, è una pagliacciata continuare con queste limitazioni senza senso. mi si dimostri che un virus polmonare sopravvive in quelle condizioni! ripeto, sale, uv, caldo aria, sabbia bollente, brezza marina..
    é chiaro che l’obbiettivo é solo quello di tirare avanti col terrorismo da virus fino a imporre l inutile vaccino, inutile perché il virus è già sparito da tempo ed senza alcun vaccino.
    chissa quando lo capiranno i museruolati in ipnosi

  2. Si………..eppoi a fare il bagno nel chiavicone saturo di virus e liquami chimici.
    Ma andate a……….

  3. La mascherina va sempre messa…soltanto quando ti immergi sott’acqua la puoi togliere

  4. piscajuolo, come no, pure il tubo le pinne e il fucile, i purpi aspettano a te! stai sereno. mettitela mi raccomando, così vi estinguete!

  5. LE PRECAUZIONI SONO INDISPENSABILI, NON FARANNO MUTARE LE USANZE AI BAGNANTI.
    I GESTORI SI SONO ADEGUATI ALLE LINEE GUIDA SENZA PROBLEMI, I CLIENTI RISPETTERANNO LE NUOVE E PROVVISORIE REGOLE.
    A TUTTI QUESTI VIROLOGI DA STRAPAZZO CHIEDIAMO DI NON APRIRE TROPPO SPESSO LA BOCCA, IL VIRUS POTREBBE ASSALIRLI.
    IN QUESTO PERIODO, MOLTO DIFFICILE E DELICATO, C’È BISOGNO DI MOLTA VOLONTÀ DI RIPARTIRE ED AVERE FIDUCIA NEL PROSSIMO; A TUTTI COLORO CHE SANNO SOLO CRITICARE CHIEDIAMO DI TACERE, ANDATE A MARE A RINFRESCARVI LE IDEE.

  6. cittadino scarsissimo e manipolato, oltre che ignorante: dimostrami che un virus polmonare esiste, vive ed infetta un qualunque essere vivente, in ambiente SALATO, con RAGGI UV, VENTO COSTANTE da mare, TEMPERATURA aria 34° e SABBIA 50°+!
    Se lo farai ti crederò e ti farò le mie scuse, altrimenti sarà la prova che sei, tu e chi straparla come te per frasi copiate, degli utili idioti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.