Spalletti: una panda in meno e un organico più completo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il Napoli affronta oggi il Torino. Il tecnico toscano dopo il furto della vettura cerca l’ottava vittoria di fila in campionato. Può contare su tanti recuperi dall’infermeria partenopea per inseguire un sogno. Le sette vittorie di fila in campionato attestano il primato del Napoli in Serie A, ma fuori dal rettangolo verde non è un periodo molto fortunato per gli azzurri. Negli scorsi giorni il tecnico Luciano Spalletti è finito nel mirino dei ladri.

L’allenatore non ha più ritrovato la sua Fiat Panda parcheggiata davanti l’Hotel Britannique, attuale dimora partenopea del mister in Corso Vittorio Emanuele. Il tecnico toscano deve rinunciare alla comodità della sua utilitaria, ma in compenso può  contare su tanti recuperi per la partita contro il Torino. Nell’ottava gara di campionato rientrano in organico Demme, Mertens e Lobotka.

Oggi alle 18 gli azzurri sfidano allo stadio Diego Armando Maradona il Torino allenato da Juric. Il mister granata rappresenta un pessimo ricordo, in quanto con il Verona aveva tolto la qualificazione Champions. In squadra c’è ancora l’incubo di quella giornata e del post partita non felice.

Il Torino come il Napoli detiene un primato non a livello di punti, ma per falli e recuperi. Spalletti chiede ai suoi lotta e massimo impegno per ottenere i tre punti. Nel corso della conferenza stampa, viene chiesto al tecnico se il furto della vettura ha cambiato la sua opinione sulla città.

“Per gioco ho visto cosa succede in Italia, vengono rubate circa 100mila auto l’anno, 300 al giorno in tutta Italia, non capisco perché si voglia fare una parentesi per Napoli, è una roba che bisogna andare alla prossima domanda”.

Con queste parole decide di liquidare il quesito, per parlare di calcio nel giorno in cui può godersi per la prima volta  lo stadio  quasi al completo. Dopo 100 giorni a Napoli, Spalletti insegue un sogno, ma sa bene che la strada da percorrere è tanta, ed è ancora presto per capire se potrà fare la storia.

Olindo Nuzzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.